Home » TUTTO TORNEI &TENNIS » COPPA GABBIANI: FUTURE TENNIS...THE END !!!

COPPA GABBIANI: FUTURE TENNIS...THE END !!!

COPPA GABBIANI: FUTURE TENNIS...THE END !!! - a.s.d. a&n future tennis

END OF A ERA...LA FUTURE TENNIS ABBANDONA LA COPPA GABBIANI DOPO UNA BRUTTA PRESTAZIONE

(Cliccare sulla foto qui a fianco...se proprio volete leggere questo articolo...sob)

17/03/13

Che brutta cosa...veramente brutta...se avete qualche minuto da perdere, andate a leggervi l'articolo prima di questo perché questo non vi piacerà...

attenzione non nel senso che sarà scritto male (impossibile...sono troppo bravo con una tastiera sotto le dita...) ma perché vi debbo raccontare di una delle più sconcertanti "Caporetto" tennistiche di ogni epoca !
Usciti con tanta sfortuna dalla prima fase della Coppa Gabbiani 2013, ma senza rimpianti, anzi facendo vedere dell'ottimo tennis, si ripartiva con la seconda fase, nel tabellone "B" che ci vedeva 1° testa di serie e tra le favorite alla vittoria finale.
SI parte domenica 17 marzo alle h.11:00...alle h. 15:00 è tutto finito...roba da non crederci.
Opposti ad una squadra (Real-La Coccinella) di signori volenterosi, simpatici, ma niente più, riusciamo nell'impresa più difficile che si potesse mai realizzare: Perdere al Primo Turno !!!
Giuliano Attias, Mario Bianchi, Leonardo Maurer e Giuseppe Nelli (che però in questa occasione non è sceso in campo), fino ad oggi avevano fatto cose egregie, tanto da meritarsi i complimenti di tutti.
Oggi invece hanno mostrato, inaspettatamente, tutti i loro limiti, ma non limiti tecnici, ma caratteriali purtroppo. Mentre Daniele De Vincentis, perdeva malamente il primo set, si arrabbiava, sbraitava, si concentrava, cercava una soluzione per rimontare, "i tre dell'Ave Maria" si smarrivano alle prime difficoltà.
Attias riesce a perdere contro un giocatore che tira pianissimo e in tutta la partita non gioca un solo colpo vincente. Il signore si limita a rimette la palla di là, fedele al dogma "io la metto dall'altra parte della rete, magari non torna indietro". Giuliano non reagisce a questa tattica-non tattica del suo avversario e si lascia batte in 2 facili set.
Bianchi/Maurer, fin qui perfetti, decidono di imitare il loro compagno di squadra. Giocano un doppio senza un'idea di gioco, ma peggio senza voglia di vincere, e basta un nastro sfavorevole per fargli alzare bandiera bianca. Il tutto sotto gli occhi sconsolati di Capitan "tristezza" Costantino.
Dimenticavo Daniele: lui rimonta, lotta e vince il suo incontro. Perché vince? non gioca un grande match...eppure...la differenza è una sola. Voleva vincere...che fa tutta la differenza del mondo.
 
G.G.
18/03/2013 commenti (0)